Il disturbo dello spettro autistico (DSA) colpisce circa un bambino su 68 ed è più frequente nei maschi che nelle femmine. Dato che si tratta di un disturbo a spettro, i sintomi possono variare in gravità. Di solito viene diagnosticato quando un bambino inizia la scuola materna, ma a volte si possono notare segni distintivi di autismo nei bambini di soli 12 mesi di età. È importante sapere come riconoscere l’autismo il prima possibile, perché un intervento precoce può migliorare notevolmente lo sviluppo emotivo e cognitivo del bambino.

Quindi vi presentiamo 8 segni che possono indicare autismo nei bambini piccoli:

1. Il bambino evita il contatto visivo.

I bambini non affetti da autismo guardano spesso i genitori e gli altri negli occhi. A volte, chiaramente, un bambino può essere timido ed evitare il contatto visivo con persone che non conosce. Se però non entra mai in contatto visivo con nessuno, o lo fa molto raramente, potrebbe essere un segno di autismo.

2. Il bambino non sorride.

I bambini iniziano a mostrare le emozioni quando sono piccoli e imparano rapidamente a distinguere quelle positive da quelle negative, in chi li circonda. I bambini con autismo potrebbero non sorridere ai genitori e agli altri. Può darsi che non reagiscano e neppure provino a imitare le emozioni mostrate dalle persone che li circondano.

Usare gli animali come forma di terapia può aiutare i bambini con autismo a connettersi con l’ambiente circostante. I gatti sono tra gli animali ideali per questo tipo di terapia.

3. Il bambino non risponde al nome.

Alcuni bambini autistici non reagiscono quando sentono il proprio nome e la cosa viene a volte confusa con problemi di udito. Bisogna osservare la loro reazione ad altri suoni, perché può darci un indizio sulla causa di questa mancanza di reazioni.

Il bambino ha difficoltà ad acquisire un linguaggio.

Alcuni bambini non affetti da autismo iniziano a parlare più tardi dei propri coetanei. Ma i problemi con le capacità linguistiche sono il sintomo principale, presente nella maggior parte dei bambini autistici. È possibile che inizino a usare le parole, e che poi perdano le competenze linguistiche acquisite.

5. Il bambino non usa modi di comunicazione non verbali.

Se il bambino non punta gli oggetti, non si agita o batte le mani e non usa altre mosse, gesti o espressioni facciali emotive, potrebbe essere un’indicazione di autismo.

6. Il bambino sembra essere indifferente all’attenzione dei propri genitori.

I bambini di solito esprimono la necessità di avere l’attenzione dei propri genitori e compiono gesti e azioni per attirarla. I bambini autistici potrebbero non mostrare alcun tipo d’interesse nell’attenzione data loro dai familiari.

Qualunque figlio ha bisogno dell’attenzione dei genitori, e, se il bambino non lo capisce, si possono avere conseguenze indesiderabili.

7. Il bambino fa movimenti ripetitivi insoliti.

I bambini con autismo hanno tendenza a fare movimenti ripetitivi insoliti, come dondolarsi, girare su se stessi, irrigidire braccia e gambe, ruotare i polsi e altri movimenti simili.

8. Il bambino non si fa coinvolgere in giochi di finzione.

I bambini di solito iniziano a partecipare a giochi di finzione (ad esempio fingono di dar da mangiare a una bambola) quando hanno 2 o 3 anni. I bambini affetti da autismo in genere non sono interessati a questi tipi di giochi. A loro solitamente piace giocare da soli, per esempio allineare i giocattoli o altri oggetti in un certo ordine.

Giocare è importante per lo sviluppo mentale dei bambini e farlo all’aperto ha molti vantaggi.

Se vostro figlio o il bambino di una persona che conoscete mostra i segni e i comportamenti descritti in quest’articolo, si consiglia di consultare un medico qualificato, con una vasta esperienza nella diagnosi e nel trattamento di bambini affetti da autismo.

Fonte: Autism SpeaksCDCWebMDCBS News

via Fabiosa