,

Bambini obesi: colpa anche delle troppe proteine animali da piccoli

Quello dei bambini obesi, soprattutto se piccoli, è un problema molto serio. Sempre più piccoli sono in sovrappeso e l’obesità può essere considerata a tutti gli effetti una malattia, per le conseguenze gravi che comporta negli anni: diabete, malattie cardiache, ecc. Lo sappiamo tutti, eppure spesso si dà ai bambini troppo cibo oppure cibo non sano. Dolciumi, merendine, cibi confezionati, patatine fritte, fast food, sono alimenti non adatti alla dieta dei piccoli. Una concessione ogni tanto è ammessa, ma non deve essere un’abitudine.

Il problema però non è solo il “cibo spazzatura”, che tutti più o meno conosciamo, ma anche le false credenzesu quello consideriamo il cibo sano o la distribuzione degli alimenti e delle sostanze nutritive nei pasti dei nostri bambini. Un recente studio, infatti, ha sfatato il mito sulle proteine. Vediamo di che si tratta.

Le proteine sono nutrienti fondamentali nell’alimentazione umana. Bisogna però evitarne l’eccesso. Un recente studio olandese ha dimostrato che le proteine possono favorire l’obesità nei bambini.

Lo studio è stato condotto dal ricercatori del Centro Medico Universitario Erasmus di Rotterdam e presentato nei mesi scorsi al Congresso europeo sull’obesità (ECO) di Porto, in Portogallo.

Le proteine sono ritenute fondamentali nella formazione della massa muscolare, per questo motivo vengono assunte in gran quantità dagli sportivi, soprattutto dai body builder. Se questo effetto vale per gli adulti, non lo è invece per i bambini nella prima infanzia. Gli studiosi olandesi, infatti, hanno accertato che un eccesso di proteine nella prima infanzia non porta ad un aumento della massa muscolare, ma del grasso corporeo. I genitori sono avvisati.

Lo studio è stato effettuato su 3.564 bambini olandesi , con un esame della loro dieta effettuato con dei questionari sulla frequenza alimentare all’età di 1 anno. I bambini sono stati misurati in altezza e peso ripetutamente tra un’età compresa tra uno e 10 anni. Mentre gli indici di massa grassa e massa magra sono stati misurati all’età di 6 e 10 anni. I dati così ottenuti sono stati poi corretti, tenendo conto di diverse variabili:

  • età,
  • educazione materna,
  • assunzione totale di energia,
  • allattamento
  • attività fisica.

Dallo studio è emerso che ad una maggiore assunzione di proteine totali,  soprattutto quelle di origini animale come latticini e carne, corrispondeva un maggior peso, una maggiore massa corporea e una maggiore altezza nei bambini all’età di 10 anni. All’aumento della massa corporea, tuttavia, non corrispondeva un aumento di massa muscolare, come avviene invece negli adulti in caso di maggiore assunzione di proteine. I bambini dunque erano più grandi soprattutto per un aumento della massa grassa.

Una scoperta importante perché aiuta, o almeno dovrebbe, aiutare i genitori a regolarsi nell’alimentazione dei loro bambini. Anche perché una corretta alimentazione fin dalla prima infanzia aiuta a controllare i livelli di grasso e a prevenire l’obesità.

Lo studio è uscito sulle riviste i siti web di scienza medica.

via UniversoMamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Ecografia mostra quanto sia pericoloso il fumo per il feto.

La pressione per allattare al seno può essere controproducente