1. Consentire ai vostri figli di spiegare la situazione: purtroppo, i genitori, a volte, tendono a giudicare senza sapere cosa sia realmente accaduto, quindi dovremmo smettere di pensare che i nostri bambini hanno avuto ragione o torto nel fare o dire qualcosa.

2. Guardare dal punto di vista di un bambino: questo è fondamentale perché in genere ciò che è importante per i genitori di solito non lo è per i bambini. I bambini sono sempre alla ricerca di opportunità per giocare e per sbarazzarsi dei loro obblighi, semplicemente perché sono bambini e questo caratterizza la fase dell’infanzia.

3. Analizzare la situazione: Se dopo che i vostri figli avranno spiegato in dettaglio cosa è successo e non sarete sicuri su cosa fare a questo proposito, è meglio pensare con calma, e se si decide di dover punire i bambini, meglio scegliere di dare come punizione il riordino di giocattoli o vestiti; invece, se si giunse alla conclusione che non era così grave, laasciate passare la cosa.

4. Parlare con i propri figli: ricordate che non è educativo ed utile minacciare i bambini ed obbligarli ad obbedire per paura, perché se si parla onestamente con loro e in maniera amorevole verrà a crearsi una relazione importante basata sulla fiducia reciproca.

 

Naturopedia.it