In qualità di genitori, il nostro desiderio più grande è quello di vedere i nostri figli felici, e se hanno dei fratelli, che vadano d’amore e d’accordo tra di loro.

Sfortunatamente, però, ci sono delle volte in cui non si comportano affatto da veri amici e litigano l’uno con l’altro. Comunque, è possibile evitarlo! Ecco cinque consigli che possono esserti d’aiuto.

1. Non fare paragoni

Non approdiamo a nulla dicendo “Tuo fratello è più bravo in questo”. Non è di aiuto a nessuno. Al contrario, serve solo a creare una sorta di competizione o rivalità in cui i fratelli proveranno invidia o disprezzo l’uno per l’altro. Ognuno ha la propria personalità e non esistono fratelli migliori o peggiori.

2. Fai in modo che non condividano troppi oggetti

Sebbene i fratelli facciano parte della stessa famiglia, non è necessario che condividano tutto. Potrebbero dormire nella stessa camera, ma ciascuno di essi deve avere i propri spazi, i propri vestiti, i propri giocattoli, ecc. Dovremmo rinforzare la loro individualità e autonomia. Altrimenti sentiranno di essere l’ombra del fratello con cui sono costretti a condividere qualsiasi cosa.

3. Non fare favoritismi

Cadiamo spesso in questa trappola. Forse pensiamo che uno abbia bisogno di maggiori attenzioni rispetto all’altro. Potrebbe essere, ma loro non la vedranno allo stesso modo. Se favorisci un figlio a discapito dell’altro in maniera evidente, darai adito a sentimenti di gelosia e intolleranza nei confronti del fratello viziato. Cerca di essere sempre equa e giusta.

4. Evita di ricoprirli di regali e premi

Forse potrebbe sembrare che prediligiamo un figlio rispetto all’altro perché lo ricopriamo di premi per i traguardi raggiunti. Il problema è che gli altri fratelli si sentiranno trascurati o, peggio ancora, entreranno in competizione per ricevere le stesse gratificazioni del fratello.

5. Non prenderla con leggerezza

Probabilmente pensi che i litigi tra fratelli siano del tutto normali e perfino sani… Ma non è così. Affronta i loro problemi, cerca di scoprire i motivi per cui litigano e risolvi i loro conflitti. Non sempre si tratta di una fase di transizione. Non è detto che crescendo vadano d’accordo.

Fonte: VIX

via Fabiosa