In Italia, come nel resto del mondo, sono sempre più frequenti gli scontri tra genitori e insegnanti sui diritti e i doveri della scuola e dei bambini.

Infatti le domande che molti si pongono sono:
Dove iniziano e finiscono le responsabilità della scuola verso i propri alunni? A chi spetta insegnare determinati valori e buone maniere? Quali sono i doveri della scuola e quali dei genitori? Di seguito troverete la risposta a tutte queste domande.

Un istituto portoghese ha deciso così di mettere le cose in chiaro una volta e per tutte, affiggendo un cartellone a scuola che ha fatto in pochi giorni il giro del web grazie anche all’aiuto dei social network.

Il cartellone è stato ripreso e tradotto da dei  giornali italiani ed addirittura esposto da alcune scuole le quali hanno preferito prendere esempio dall’ istituto portoghese in questione.

Esso recita:

“Cari genitori,

vorremmo ricordarvi che parole magiche come ciao, prego, per favore, scusa e grazie devono essere apprese a casa.
Allo stesso modo, è a casa che i bambini devono imparare ad essere onesti, puntuali, diligenti, amichevoli e rispettosi verso il prossimo.
È a casa che imparano ad essere puliti, a non parlare con la bocca piena e a disporre dei rifiuti.
È a casa che imparano a essere ordinati, a prendersi cura delle proprie cose e a non toccare quelle degli altri.
A scuola, d’altra parte, si insegnano le lingue, la matematica, la storia, la geografia, la fisica, le scienze e l’educazione fisica. Noi rinforziamo l’educazione che i bambini ricevono a casa dai propri genitori”
Le reazioni del web non si sono lasciate attendere! Che cosa ne pensate? Credete che anche le scuole italiane debbano fare il punto della situazione? Anche voi pensate che i genitori debbano prendersi la responsabilità del comportamento dei propri figli ?