Notizie

La bambina incontra i genitori del suo angelo custode – è un momento commovente per tutti

A seguito a una donazione di organi, Kyree Beachem ha incontrato i genitori della bambina che le ha salvato la vita.

Kyree ha solo 8 anni ed è nata con la malattia di Hirschsprung, che le crea disturbi intestinali come stipsi grave, diarrea e vomito. Questa malattia può creare tali complicazioni nel colon da mettere a rischio la sua vita.

Il 24 novembre la madre di Kyree ha ricevuto la chiamata che ha messo fine a cinque lunghi anni di attesa per la donazione di organi. Ha anche spiegato al quotidiano The Huffington Post che il 25 novembre all’alba, Kyree era in sala operatoria per un trapianto di un nuovo fegato, ma anche di un pancreas e un intestino tenue. Il suo recupero è stato rallentato da alcune complicanze post-operatorie, ma la bambina è stata impeccabile nonostante il dolore che ha provato. La sua famiglia, spettatrice della sua sofferenza era ovviamente molto preoccupata ed è stata sollevata nel vedere che il calvario si stava concludendo.

Kyree – The Huffington Post

I media erano interessati a questa donazione di organi fuori dal comune ed è così che i genitori della piccola bambina morta che aveva permesso a Kyree di vivere, hanno capito che si trattava degli organi della loro figlia.

Arianna aveva solo 5 anni quando è morta il 23 novembre. Colpita da una malattia cerebrale si è ammalata improvvisamente in maniera grave, il che, aggiungendosi alla sua malattia, le è stato fatale.

Dopo aver effettuato il collegamento, Evelyn e Luis Morales, i genitori di Arianna hanno preso contatto via Facebook con quelli di Kyree per discutere o anche conoscersi. Si sono incontrati ed ecco quello che ha raccontato Nan, la madre di Kyree, al The Huffington Post:

L’incontro con i genitori Morales è stato pieno di emozioni e rimarrà memorabile. Sono entrambi persone autentiche e di caritevoli.

Kyree – The Huffington Post

I genitori hanno parlato delle loro figlie. Scambiandosi esperienze e parlando delle cose in comune come Frozen, la chitarra, il baseball e, naturalmente, i loro sorrisi angelici.

I genitori di Arianna vedono la loro figlia come l’angelo custode di Kyree.

Nan ha continuato:

Le lacrime sono scese quando abbiamo parlato dei momenti che ci hanno portato al 25 novembre. La lotta di Arianna contro questa malattia improvvisa. E immaginate cosa hanno passato questi genitori.

In un post di Facebook scrive:

Come dire grazie a coloro che hanno preso una decisione così altruista, anche se stavano vivendo il peggior momento della loro vita? Non mi sarei mai augurata che una famiglia perdesse la sua bambina per far vivere la mia. I Morales hanno desiderato che la loro figlia vivesse attraverso un altro bambino. Kyree non è la sola ad aver avuto questa possibilità, Arianna ha dato la possibilità di vivere anche ad altri tre bambini.

Kyree che ha 8 anni non capiva tutto ciò di cui i genitor parlavano, ma sua madre dice che ha capito la compassione che hanno mostrato i genitori di Arianna verso lei. Nan, la madre di Kyree vorrebbe che questa storia arrivasse a tutti.  Questo è quello che ha detto all’Hoffington Post:

Questa è la nostra speranza e quella della famiglia Morales. Ci auguriamo che attraverso questa storia la gente si renda conto del miracolo che permette la donazione di organi. Bisogna anche essere consapevoli del fatto che la maggior parte dei trapianti non incontrano la famiglia del donatore per almeno un anno. E per le nostre famiglie, questo crea un legame unico.

The Huffington Post

The Huffington Post

Se anche voi avete trovato questa storia bella e commovente, condividetela con i vostri amici.

via Incredibile