, ,

Le 15 Regole Di Maria Montessori Per Educare I Bambini In Modo Che Siano Felici

aria Montessori è una di quelle donne incredibili con una storia e una carriera come poche altre. Educatrice, pedagogista, filosofa, medico, neuropsichiatra infantile e scienziataitaliana, è principalmente famosa per il suo metodo educativo che è stato adottato da molte scuole di tutto il mondo. Pilastro della sua teoria è la libertà del bambino: la Montessori credeva che i bambini andassero lasciati liberi di esplorare, toccare e capire il mondo che li circonda.

immagine: pixabay.com

Ed è proprio sulla sensazione di libertà che l’insegnante dovrebbe lavorare: guidare il bambino ma senza fargli sentire la propria presenza, in modo da essere pronti a intervenire se qualcosa non dovesse andare, ma in modo da non costituire un ostacolo o un limite per il piccolo esploratore. Perché il vero motore per l’apprendimento è la curiosità stessa che i bambini possiedono e che li spinge ad approcciarsi senza timori all’ambiente. Questa curiosità va alimentata e in nessun modo limitata o frenata, i bambini dovrebbero crescere nell’ambiente più vario e stimolante possibile, coadiuvati dai genitori che giocano un ruolo importantissimo nel loro sviluppo cognitivo ed emotivo.

Ecco le 15 regole del metodo Montessoriano che ogni genitore dovrebbe adottare.

A distanza di quasi un secolo ecco 15 principi che sono validi anche oggi per guidarvi nell’educazione dei vostri figli.

1) Educate con l’esempio. I bambini apprendono principalmente dai fatti, le parole vengono dopo.

2) Non criticateli in ogni occasione, sopratutto in pubblico. Diventeranno degli adulti frustrati pronti a giudicare gli altri negativamente.

3) Elogiateli in maniera sincera per i loro comportamenti positivi, questo li aiuterà anche a comprendere il valore delle cose.

4) Cercate di non essere ostili o arrabbiati nei loro confronti. Se avranno dei genitori sempre arrabbiati tenderanno spesso al litigio.

5) Non metteteli mai in ridicolo, farebbe male alla loro autostima più di quanto non immaginiate.

6) Abbiate fiducia nelle loro capacità, in questo modo aumenterete la loro autostima.

7) Mai sottovalutarli e dire loro che non riusciranno a raggiungere un obbiettivo, svilupperebbero insicurezze e sensi di colpa.

8) Ascoltateli e prendeteli in considerazione così da sviluppare la fiducia nei propri mezzi.

9) Date loro tutte le cure e l’amore di cui siete capaci. Sentendosi amati impareranno a trovare l’amore nel mondo.

10) Non parlate mai male di loro. Neanche quando non ci sono.

11) Un genitore ha il dovere di prestare grande attenzione alle competenze sociali ed emozionali proprie e dei propri figli.

12) Non ignorateli, al contrario rispondetegli sempre quando cercano di comunicarvi qualcosa.

13) Tutti sbagliamo, soprattutto i bambini. Devono poterlo fare serenamente per imparare.

14) Aiutateli a fare da soli. Non risolvete i loro problemi ma dategli i mezzi per poterlo fare.

15) Rivolgetevi loro con affetto e gentilezza, farà sì che abbiano un sano sviluppo affettivo.

via Curioctopus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

“Mamma ti aiuto io!”: tabella delle attività in base all’età del bambino

BIMBA PUNTA DA UNA SIRINGA IN SPIAGGIA: COSTRETTA A PRELIEVI PER SEI MESI…