,

Quando il padre è assente: le ferite emotive dei figli

Purtroppo capita che alcune persone abbiano un rapporto disastroso con il proprio padre o che abbiano a che fare con un padre assente o chiuso emotivamente che non ha mai amato dimostrare il proprio affetto verso i figli.

Tutti noi abbiamo bisogno di un padre e la sua assenza ci lascia ferite emotive che tendono a generare reazioni ambivalenti nella nostra vita professionale e personale. Ad esempio, chi non è cresciuto vedendo i propri genitori andare d’accordo tra loro potrebbe avere delle difficoltà nel mettersi in gioco nella vita di coppia.

La paura della vita di coppia è molto comune in chi ha vissuto senza la presenza costante del padre, per via di motivazioni di lavoro, di una separazione, di una malattia o di un lutto, soltanto per citare alcuni esempi.

Le donne potrebbero sentirsi diffidenti nei confronti del partner e gli uomini potrebbero non sentirsi all’altezza di condurre una vita di coppia regolare. Inoltre le donne potrebbero proiettare la figura del padre su quella del partner e non riuscire a vivere abbastanza serenamente una relazione.

La presenza di un padre affettuoso durante l’infanzia è sinonimo di protezione, cibo, salute, amore, educazione e giova allo sviluppo sano della personalità del bambino e al suo bisogno di appartenere a un gruppo famigliare, per cui si sentirà il desiderio di diventare genitori quando si entrerà nella vita adulta.

La figura del padre assente potrebbe generare delle ferite emotive nei figli, che potrebbero sentirsi abbandonati anche una volta adulti.

Padre assente fisicamente

L’assenza fisica del padre potrebbe generare soprattutto nelle figlie un’intensa paura dell’abbandono all’interno della vita di coppia. Potrebbero avere la tendenza a soffocare il partner per cercare di tenerlo legato a loro per sempre e per non farlo scappare. La relazione d’amore potrebbe diventare una relazione di dipendenza.

Padre assente emotivamente

Quando nel rapporto col padre la sfera emotiva risulta molto trascurata durante la prima infanzia o l’adolescenza rischia di mancare un termine di paragone importante, sia per i figli che per le figlie, per quanto riguarda la realizzazione dei propri bisogni emotivi e la consapevolezza dell’importanza di avere una famiglia unita. Con un padre assente emotivamente i bambini intuiscono di non essere amati o accettati come vorrebbero e potrebbero sentirsi proprio così anche rispetto ad altre persone al di fuori della famiglia, come gli amici o gli insegnanti. I bambini rischiano di portare con sé ‘la ferita del non amato’ fino alla vita adulta.

Padre violento

Esistono situazioni in cui il padre è presente in famiglia ma nella maniera più sbagliata possibile dato che si tratta di una persona violenta che non guarda in faccia né alla moglie né ai figli o alle figlie quando vuole esprimere la propria collera. Le ferite in questo caso possono essere molto profonde con ripercussioni sia a livello fisico che emotivo. Nei figli e nelle figlie si potrebbe generare una vera e propria avversione verso le figure autoritarie ed oppressive, senza contare lo stato di paura che potrebbe riemergere durante le relazioni con gli altri nell’età adulta.

Separazione e divorzio

Il padre può essere assente in famiglia a causa di una separazione o di un divorzio e il tempo da trascorrere con i figli potrebbe non bastare per permettere loro di trascorrere un’infanzia e un’adolescenza serene. I genitori divorziati a volte cercano di colmare il vuoto fisico e affettivo con regali, viaggi, giornate al centro commerciale, telefonate, ma tutto questo non basta per riparare i danni.

Lutto in famiglia

Quando il padre viene a mancare a causa di un lutto siamo di fronte alla situazione più grave perché, a differenza delle situazioni precedenti, in questo caso non è davvero possibile porre rimedio alla situazione di assenza. Dovrà essere la madre ad assumersi il ruolo difficile e delicato di consolare i figli e di educarli nonostante l’assenza del padre. I figli potrebbero portare a lungo con sé la paura dell’abbandono, anche da adulti.

Recuperare il rapporto col padre?

Con il passare degli anni i rapporti e le persone cambiano. Da adulti potreste voler provare a riallacciare i rapporti con un padre che in passato è stato assente oppure potreste ritrovarvi a dover comunicare con lui per via di qualche urgenza o faccenda importante. Da adulto ad adulto forse potrete provare almeno a recuperare quanto basta per raggiungere un rapporto cordiale. Se invece recuperare il rapporto col padre risulta impossibile, qualsiasi sia la ragione, il consiglio è di provare a sfogarsi mettendo per iscritto tutto ciò che si prova, come in una lettera rivolta al padre assente. È solo un piccolo suggerimento ma potrebbe aiutarvi a liberare la mente per qualche istante e a sentirvi meglio.

Marta Albè – GreenMe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

I Bambini Che Vanno A Letto Tardi Soffriranno Di Più Disturbi, Ce Lo Dice Uno Psichiatra

Hai mai immaginato di diventare mamma di sei gemelli? Dai un’occhiata a questa storia d’amore, unione e superamento di ostacoli!