Un dispositivo per non dimenticare il bimbo in macchina, di colore rosso, il colore delle emergenze, con sopra un messaggio chiaro “Bimbo in auto”, da agganciare alle cinture del seggiolino dell’auto.

È terribile, eppure quella della dimenticanza nell’abitacolo di una macchina di un bebè è una notizia quasi all’ordine del giorno. Negli Stati Uniti, un bambino ogni 7 giorni muore perché viene dimenticato in auto (Fonte), mentre in Europa accade meno di frequente, ma è pur sempre un’emergenza.

Stress, distrazioni tecnologiche, frenetici ritmi lavorativi, mancanza di sonno adeguato, le ragioni sono molteplici, ma i genitori cui accade una sventura senza fine non vanno stigmatizzati.

Il Progetto Schiaffo

Il progetto Schiaffo prevede l’uso di un braccialetto “snap” (a scatto). È analogico (senza batterie) e la sua superficie esterna è in silicone anallergico e atossico, che garantisce un’ottima presa: non scivola e non si sfila accidentalmente ed esercita una leggera pressione sul braccio.

Come funziona

Quando non lo si usa, Schiaffo è allacciato alle cinture del seggiolino, poi, una volta entrati in auto e assicurato il bimbo al seggiolino, Schiaffo lo si posiziona sul braccio come “promemoria”.

È un gesto deciso, che ti aiuta a focalizzare cosa effettivamente facendo”.

Una volta arrivati a destinazione e si spegne l’auto, si avrà cura di mettere di nuovo Schiaffo alle cinture del seggiolino e ci si ricorderà di slacciare il bebè.

E se ci si dimentica di avere indosso il braccialetto? “Il bracciale sarà un chiaro segno di allerta per i passanti, che avranno un ruolo attivo nell’avvertire il genitore del problema”, spiega De Iuliis.

Ad Arluno, l’Amministrazione comunale è tra i primi ad aderire al progetto Schiaffo. “Se prevenire i blackout è difficile, occorre allora ridurre i rischi legati alle amnesie, dotandosi di dispositivi funzionali a ricordare la presenza del bambino in auto. Il progetto Schiaffo, ideato da un nostro concittadino, ci sembra ben fatto e pensiamo proprio che possa funzionare”, dichiara il sindaco Moreno Agolli.

Il Comune donerà il braccialetto a tutte le coppie in attesa di un bambino e lo stesso farà la Farmacia Comunale Corbetta, altro paesino nel milanese.

Germana Carillo – GreenMe