Anche in Italia esistono diverse realtà di questo tipo. Le abbiamo spesso raccontate, illustrando i pregi e le potenzialità di un asilo nel bosco. Da diversi anni però in Germania gli asili all’aria aperta sono sempre più numerosi.

Una scuola materna nella foresta è un vero e proprio asilo senza soffitto e pareti. I maestri assistono i bambini nell’apprendimento all’aria aperta. Una caratteristica distintiva degli asili nel bosco è l’enfasi sul gioco ma utilizzando oggetti che si possono trovare in natura, piuttosto che i giocattoli commerciali. Nonostante queste differenze, hanno gli stessi obiettivi delle scuole “tradizionali”.

 

Ogni asilo nel bosco è diverso dagli altri perché si adatta a ciò che la Natura offre. Qui i bambini imparano anche a vestirsi in base al clima, alla temperatura del giorno, utilizzando abiti impermeabili e più strati caldi per ripararsi dal freddo.

Foto

Non stupiamoci: in questi asili anche la nanna si fa all’aperto con le dovute accortezze per ripararsi dalle temperature a volte rigide. Ogni giorno i bimbi percorrono un chilometro nella foresta o nei prati insieme alle maestre. Si costruiscono capanne, si accendono fuochi, si raccolgono bacche e foglie.

Una realtà affermata in Germania dove esistono circa un migliaio di Waldkindergärten su un totale di 25.335 scuole materne. Un numero destinato a crescere visto che sono i genitori stessi ad associarsi e a fondare nuovi asili.

Alla base un’idea comune: far sì che i bambini dai 3 ai 6 anni stiano all’aria aperta, giocando, imparando, costruendo, esplorando, arrampicandosi sugli alberi e sporcandosi, imparando a conoscere gli animali selvatici e a rispettarli.

Tutte le scuole dovrebbero essere così, non credete?

Francesca Mancuso – GreenMe